Ricerche e Progetti

12 Gennaio 2015 - Giuseppe Russo

Più strumenti economici e più unità europea contro il terrorismo globale

L’attacco terroristico al cuore della Francia ha stroncato 17 vite innocenti in due giorni. Bisogna risalire alla Francia del 1961 per trovare memoria di un attentato altrettanto sanguinario. La strage ha scosso i pilastri della civiltà europea: la libertà di espressione e di stampa; la laicità statale e la connessa libertà di culto; la inviolabilità delle vite e delle esistenze dei cittadini. Tra le altre cose, l’azione è stata condotta come una vera e propria operazione di guerra, ma senza onore. Sono stati uccisi civili inermi, oltre che innocenti.

Leggi tutto/See full article >

26 Novembre 2014 - Anthony Louis Marasco

“Take Care of Freedom and Truth Will Take Care of Itself.” Richard Rorty e il liberalismo del XXI secolo

La massima “take care of freedom and truth will take care of itself” è forse la chiave dell’intera opera del filosofo Americano Richard Rorty. Una volta accettata questa premessa, è possible cogliere meglio il profilo liberale del suo pensiero.

Leggi tutto/See full article >

19 Novembre 2014 - Alessandro Litta Modignani

Bioetica…. o biopolitica?

Tristram Engelhardt è una originalissima figura di intellettuale e filosofo americano, con un percorso interiore davvero singolare. Autore di un libro sui fondamenti della bioetica, scritto nell’86, e uscito in Italia nel ’91 con il titolo un po’ ingannevole di “Manuale di bioetica”, egli è stato accolto e interpretato come un teorico libertario, un filosofo della morale applicata in campo sociale, in particolare alla medicina. Senonché, nel 1991, Engelhardt conosce un profondo sconvolgimento spirituale. Decide di pentirsi di una vita di “gravi peccati e profondo egoismo”, imputabili soprattutto alla presunzione, tipica dei filosofi, di padroneggiare la realtà con il solo uso della ragione. Abbandona così il cattolicesimo romano e si converte alla Chiesa cristiano-ortodossa. La sua successiva produzione saggistica ne risulta radicalmente rinnovata.

Leggi tutto/See full article >

12 Novembre 2014 - Anthony Louis Marasco

Sono i liberali conservatori?

In un recente articolo, Piero Ostellino è ritornato su un tema a lui caro, di come negli Stati Uniti un liberale vota conservatore e non progressista. Ostellino ha senzaltro ragione. Se Ostellino votasse negli Usa voterebbe conservatore. Ed è anche probabile che se votassero negli Usa anche molti dei liberali italiani voterebbero conservatore. Ciò detto, è proprio vero che chi si considera liberale deve votare a destra? 

Leggi tutto/See full article >

7 Novembre 2014 - Giorgio Arfaras

L'importanza del merito

Si ha un gran discutere intorno al libro di Thomas Pikketty, “Le Capital au XXIe siécle”. Il suo libro non ha precedenti per ricchezza statistica, e mette in imbarazzo – con l'idea che la dinamica della ricchezza rispetto al reddito sia crescente invece che convergente, con la ricchezza che è in misura crescente ereditata – il pensiero economico e politico dominante.

Leggi tutto/See full article >

6 Novembre 2014 - Francesco Chiamulera

Quello che le elezioni di Mid-term davvero dicono sull'America

Il Grand Old Party ha ripreso dopo otto anni il controllo del senato americano. In linea con le previsioni degli ultimi tre mesi, e con una tradizione quasi centocinquantennale, il sesto anno di presidenza consegna al partito di opposizione la maggioranza in entrambi i rami del Congresso. Obama èpoliticamente ferito, ma le sue preoccupazioni sono giàaltrove, alla ereditàda presidente. La vittoria repubblicana solleva il sipario sui due anni che ci separano dalle prossime elezioni presidenziali: si preannunciano molto lunghi. La sfida inizia domani, anzi, di fatto ègiàcominciata. Ma il voto del 2014 conta davvero qualcosa per lappuntamento del 2016?

Leggi tutto/See full article >

5 Novembre 2014 - Giovanni Boggero

Il judicial activism della Corte costituzionale: professione di “realismo idealista”

Con sentenza n. 238 del 22 ottobre 2014, la Corte costituzionale ha riaperto una questione, a dir poco spinosa per i rapporti bilaterali italo-tedeschi, la quale sembrava aver trovato soluzione due anni e mezzo or sono, dopo il pronunciamento della Corte internazionale di giustizia dell'Aja (CIG).

Leggi tutto/See full article >

29 Ottobre 2014 - Riccardo De Caria

Quei 98 euro che potrebbero far crollare la giustizia tributaria italiana

Una delle fondamentali sentenze del diritto europeo, Costa c. Enel, fu pronunciata in un procedimento nato da una semplicissima bolletta non pagata, che però diede modo alla Corte di pronunciarsi su alcuni punti di principio in maniera mai più rimessa in discussione da allora. Qualcosa di molto simile potrebbe accadere se la nostra Corte Costituzionale accogliesse anche solo alcune delle questioni di legittimità sollevate dalla commissione tributaria provinciale di Reggio Emilia con riferimento al sistema della giustizia tributaria.

Leggi tutto/See full article >

22 Ottobre 2014 - Francesco Chiamulera

The six-year itch

Il gergo della politica americana lo chiama six-year itch. È una tendenza quasi naturale: dopo sei anni di amministrazione, è molto difficile che il partito del Presidente faccia il pieno di consensi. Ma se anche - come appare ormai probabile - i democratici americani dovessero perdere il controllo del Senato nelle prossime elezioni di midterm del 4 novembre, per Barack Obama non si tratterà di una tragedia.

Leggi tutto/See full article >

15 Ottobre 2014 - Anthony Louis Marasco

Liberali e di sinistra, in attesa che un Prospero ci liberi

Non c’è modo migliore di vincere un confronto che definire i termini del contendere. Da questo punto di vista non c’è dubbio che ad aver vinto il dibattito sul (cosiddetto) Jobs Act sia stata la sinistra conservatrice. I termini stessi del dibattito - “precariato”, “tutele”, “diritti acquisiti” - sono profondamente viziati da un pregiudizio ideologico che mette il lavoro a tempo indeterminato al di sopra del lavoro a tempo determinato. Chiunque usi questi termini giunge inevitabilmente alla stessa conclusione, anche se propone qualcosa di diverso.

Leggi tutto/See full article >

Prossimi eventi

10 Nov
Centro Einaudi - Torino

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

logo RGR medio

  • Recuperare la rotta é il titolo del XVIII Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, presentato il 7 ottobre alla Biblioteca Nazionale.

  • In anteprima on line la bibliografia del Rapporto Giorgio Rota su Torino 2017.

lpf logo

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.