Ricerche e Progetti

8 Ottobre 2013 - Giulia Bistagnino

Grecia, chi cerca la liberazione rischia la libertà

È da parecchi mesi che sui giornali italiani non si sente parlare della Grecia. Solo larresto, pochi giorni fa, di Nikos Michaloliakos, il leader del partito di estrema destra Alba Dorata, ha riportato la Grecia sotto i riflettori, seppur timidamente. Ma cosa sta succedendo in questi giorni nel paese più in difficoltà dellUnione Europea? E quale rilevanza hanno le vicende elleniche per il nostro paese?

Leggi tutto/See full article >

8 Ottobre 2013 - Enrico Cassini

Siria, non decidere non è una soluzione

La posizione presa dall'Italia sulla crisi siriana riflette l'orientamento di un governo dalle larghe intese poco incline a prendere posizioni radicali o difficili da mantenere nel tempo. Come in molti altri campi ha deciso di non decidere, ma non è detto che nel caso in questione si tratti di una cosa del tutto sbagliata.

Leggi tutto/See full article >

8 Ottobre 2013 - Anthony Louis Marasco

Il limite della decenza

Giuliano Ferrara ha superato il limite della decenza. Lo ha superato pubblicando on line un intervento dello scrittore Camillo Langone intitolato “La non indifferenza che uccide”. La tesi dell’intervento è semplice. È chi non è indifferente che ha causato la recente strage di immigrati clandestini a Lampedusa. Se il loro buonismo, la loro political correctness non li convincesse che l’Italia è un paese aperto e accogliente, quei disperati non sarebbero saliti su quella carretta del mare, e quindi non sarebbero morti. La colpa della loro morte, dunque, è loro, dei “non-indifferenti”.

Leggi tutto/See full article >

2 Ottobre 2013 - Riccardo De Caria

Se un Comune fallisce, ora paga lo Stato

1. Quando un soggetto privato va in bancarotta per i creditori sono dolori, ma è così che funziona il mercato. L'unico modo per rimuovere il problema è rimuovere anche il rischio, ma senza assunzione di rischi l'economia ristagna. Lo stesso si può dire, mutatis mutandis, per il fallimento di un ente pubblico. Tecnicamente, in Italia gli enti locali non possono fallire, perché si ritiene necessario garantire la continuità dei servizi erogati: il fallimento prelude alla chiusura, ma il nostro legislatore non immagina che un Comune o una Provincia possano chiudere i battenti, per cui si parla piuttosto di "dissesto", una procedura che di fatto comporta per i creditori sofferenze analoghe al fallimento dei privati.

Leggi tutto/See full article >

30 Settembre 2013 - Anthony Louis Marasco

La sfida dell’innovazione

Dal 26 al 28 settembre si è tenuta a Bolzano-Bozen l'Innovation Festival, una serie di incontri e seminari dedicati all’innovazione. Il tema del Festival era la montagna, cosa che non dovrebbe sorprende vista la collocazione geografica della provincia autonoma. Ma lo svolgimento del tema desta in effetti qualche sorpresa. Invece di prendere l’esistente per scontato e studiare il modo di preservarlo (come avviene in genere quando si parla di ecosistemi), l’iniziativa è partita ponendosi domande radicali sulla sostenibilità dell’esistente. Ad esempio: la provincia autonoma ha investito molto nell’economia del turismo sciistico; ma siamo sicuri che in futuro la gente vorrà ancora sciare?

Leggi tutto/See full article >

25 Settembre 2013 - Anthony Louis Marasco

Obama, la sinistra e la necessità di poter pensare la guerra

Obama ha di che essere soddisfatto. Dopo più di due anni di veti incrociati al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, la minaccia di usare la forza ha finalmente sbloccato la questione dell'arsenale chimico siriano. Fino a quel momento, il diritto di veto di Russia e Cina avevano bloccato ogni tentativo di giungere a una soluzione diplomatica del problema. Dopo la minaccia, la Russia ha spinto la Siria ad accettare un rapido piano di disarmo chimico e la Cina non si è opposta. Tutto bene quindi? Non proprio. Malgrado l’iniziativa americana abbia avuto successo (un successo relativo, certo, alla credibilità degli interlocutori, ancora tutta da dimostrare), ben pochi paiono averlo recepito come tale. Solo 4 americani su 10 sono soddisfatti di come sono andate le cose in Siria e il parere degli esperti è generalmente negativo.

Leggi tutto/See full article >

24 Settembre 2013 - Antonio Picasso

Rouhani e il ramoscello d'ulivo

Giorni fa il presidente iraniano, Hassan Rouhani, intervistato dalla Tv statunitense Nbc, ha detto: «LIran non ha mai voluto e mai vorrà una propria arma nucleare». Alla dichiarazione Obama, e a seguire i leader europei, hanno reagito con temperato entusiasmo. «Rouhani sta cercando di avviare un dialogo con lOccidente in una maniera del tutto nuova. Seppur ancora da verificare», si è letto nella nota della Casa Bianca. Ora, lasciamo perdere che già Ahmadinejad si fosse espresso con parole simili. Non diamo nemmeno importanza agli interessi iraniani di avere o meno un arsenale nucleare per ragioni di prestigio regionale di concorrenza a Pakistan e India, piuttosto che di supremazia sullArabia saudita e non per attaccare Israele. Sorvoliamo anche sul fatto che lopinione pubblica iraniana tutta, nella sua integrità e fin dai tempi dello scià sogna la sua atomica perché ne fa un punto di orgoglio nazionale.

Leggi tutto/See full article >

20 Settembre 2013 - Giovanni Boggero

Vigilia di voto in Germania

Le elezioni per il rinnovo del Bundestag, la Camera bassa del Parlamento tedesco, sono attese con ansia in mezza Europa ormai da almeno un anno. Cosa accadrà in caso di un terzo mandato per Angela Merkel? E in caso di vittoria socialdemocratica? E quali sono le coalizioni possibili all'esito del voto? Si tratta di domande senz'altro sensate, ma la risposta potrebbe arrivare non il 23 settembre, bensì tra qualche mese.

Leggi tutto/See full article >

19 Settembre 2013 - Anna Zafesova

Malgrado i brogli, a Mosca l'opposizione a Putin cresce

 

“Tutto sta appena iniziando”, titola il giornalino di Alexei Navalny che i suoi volontari, mettendo in atto i loro sistemi di rete autonoma dai media e dalle autorità collaudato durante la campagna elettorale, stanno distribuendo nella metropolitana di Mosca. Il 27% ottenuto dal blogger anti-corruzione al voto per il sindaco di Mosca viene considerato “una vittoria”, e il 51% appena sufficiente a evitare il ballottaggio del primo cittadino putiniano Serghei Sobianin il segno del declino del sistema. Il ricorso dell'oppositore per il riconteggio dei voti, sospettando legittimi quanto endemici – anzi, tutto sommato molto inferiori al solito – brogli, visto che il sindaco ha rivinto soltanto per 32 mila voti, non ha però probabilità di successo, anche perché in un ipotetico ballottaggio probabilmente Sobianin vincerebbe comunque.

Leggi tutto/See full article >

17 Settembre 2013 - Francesco Chiamulera

La nuova frontiera dell'emigrazione italiana

Perché insegniamo ai nostri figli a fare come noi, quando sappiamo di non essere felici?. Se lo chiede Mario, lautotrasportatore protagonista del racconto di Andrés Neuman Parlare da soli (Ponte alle Grazie), durante lultimo viaggio che fa con suo figlio. Un uomo malato, che si porta dietro il bambino, sapendo che non è molto il tempo che gli resta. Una considerazione tra sé e sé, sospesa tra le generazioni, pensando al padre e al padre di suo padre: “è stato lui, il nonno, che ha cominciato con i camion. Gli hanno trasmesso un mestiere, ma non gli hanno spiegato perché lo avevano scelto. La verità è che non lo sapevano neppure loro.

Leggi tutto/See full article >

Prossimi eventi

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

logo RGR medio

  • Recuperare la rotta é il titolo del XVIII Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, presentato il 7 ottobre alla Biblioteca Nazionale.

lpf logo

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.