Ricerche e Progetti

4 Dicembre 2013 - Anna Paola Quaglia

Elogio della rugosità. Cina e classe media.

Si discute spesso del disequilibrio dell'economia cinese provocato dalla complessità socio-economica che secondo molti inibirebbe lo sviluppo di una solida classe media. Allo stesso tempo, non sono pochi coloro che individuano nella Cina un esperimento di straordinario e certo successo. Molte di queste discussioni, però, trascendono dalla complessità della situazione cinese, la sua rugosità, per così dire.

Leggi tutto/See full article >

28 Novembre 2013 - Giuseppe Russo

In risposta a "La leva fiscale e l'Europa unita"

Sono d'accordo con Riccardo De Caria. Siamo commissariati. Però. Però mi piacerebbe essere un cittadino dell'Europa e non mi sento tale.

Leggi tutto/See full article >

27 Novembre 2013 - Antonio Picasso

Nato, chi pagherà il conto?

Con il ritiro delle truppe dall'Afghanistan programmato per 2013 la Nato guarda al futuro.

Leggi tutto/See full article >

27 Novembre 2013 - Riccardo De Caria

La leva fiscale e l'Europa unita

Nei giorni scorsi, è arrivato un cartellino giallo della Commissione Europea al disegno di legge di stabilità. I giornali italiani non hanno dato un particolare peso alla notizia, ma si tratta di un fatto importante che indica come le recenti norme e i recenti accordi in materia economica possano essere usati per "commissariare" la politica economica di un paese dell'Unione. Anche se in linea teorica il potere decisionale in questa materia rimane saldamente nelle mani di governi e parlamenti nazionali, quanto si va profilando potrebbe avere l'effetto opposto, mettendo la Commissione europea nella condizione di dirigere dall'alto la politica economica dei paesi della zona euro. Se questo dovesse accadere, la leva fiscale verrebbe messa nelle mani di Bruxelles, con le conseguenze che proviamo qui a immaginare.

Leggi tutto/See full article >

27 Novembre 2013 - Anthony Louis Marasco

A maggio 2014 un referendum sull’Unione

Berlusconi ha deciso di reagire alla sua prevedibile quanto imminente decadenza dallo scranno di senatore rafforzando invece di rallentare il suo impegno in politica. Lo ha dichiarato durante la conferenza stampa di lunedì 25 novembre nella quale chiedeva ai sentori del Pd e del M5S di non votare il provvedimento di decadenza. La risposta (negativa) non si è fatta attendere, e con essa è svanita anche l'ultima speranza che le prossime elezioni europee non si trasformino nell’ennesimo referendum su Berlusconi. Questo è un problema, perché sul tavolo c’è molto di più che il suo destino.

Leggi tutto/See full article >

20 Novembre 2013 - Enrico Cassini

Il negazionismo non si combatte con il codice penale

 

La proposta di punire a norma di legge la negazione della Shoah ha riportato in auge per un breve momento il tema della libertà accademica e dei suoi limiti. Può uno studioso sostenere, fonti alla mano, qualcosa che la stragrande maggioranza dei cittadini ritiene falsa oltre che moralmente ripugnante? La domanda non è peregrina, perché investe la natura stessa della ricerca in una società che si vanta di essere libera e democratica.

Leggi tutto/See full article >

20 Novembre 2013 - Francesco Chiamulera

2013 come 1913? L’afasia delle sinistre europee

Tra sette mesi i cittadini dellUnione Europea saranno chiamati a rinnovarne il Parlamento, per lottava volta. Il Partito socialista europeo (25 per cento alle ultime consultazioni, nel 2009) appare minoritario, diviso, afono. Intanto a New York è stato eletto Bill De Blasio, un sindaco dalla vocazione spiccatamente progressista che è riuscito a riassorbire il populismo di Occupy Wall Street coniugandolo alle aspettative dei liberal moderati vincendo ovunque tranne che nellUpper East Side e in alcuni quartieri di Staten Island e della Brooklyn benestante. Che cosa centrano le due cose, viene da chiedersi. Eppure, come accade nella legge del caos, il battito dali di una farfalla in un continente potrebbe avere conseguenze su quello che avviene a seimila chilometri di distanza, dallaltra parte dellAtlantico.

Leggi tutto/See full article >

20 Novembre 2013 - Giulia Bistagnino

Il caso Stamina, o della politica emotiva

Martedì 30 Ottobre, durante un serrato question time alla Camera, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha risposto a un'interrogazione in merito al "metodo Stamina", il trattamento con cellule staminali che negli ultimi mesi ha riscosso grande attenzione nel dibattito pubblico soprattutto italiano. Dopo varie vicissitudini, infatti, il ministro ha annunciato che non è permessa la sperimentazione di Stamina perché il comitato scientifico che ne doveva controllare la regolarità ha stabilito che non esistono i presupposti per tale sperimentazione. Il caso Stamina è rilevante non solo per capire il complesso rapporto tra comunità scientifica e dibattito pubblico, ma anche per mettere a fuoco una tendenza radicata della politica italiana a ragionare in modo "caldo", sulla scia di emozioni, e non in quello "freddo" e distaccato dell'analisi razionale.

Leggi tutto/See full article >

12 Novembre 2013 - Giorgio Arfaras

Economia come religione: da Cambridge a Chicago

Una volta, ai tempi del Paradiso Terrestre, tutti erano ignudi e vivevano cooperando in assenza di interesse individuale. Poi, commesso il Peccato Originario, si è caduti nel Presente, laddove si vive nel peccato dell’interesse individuale, ma, allo stesso tempo, si sa che nel Futuro – nel Regno dei Cieli – si tornerà a vivere in un mondo di cooperazione senza interesse individuale. Ecco il ciclo Perfezione-Caduta-Ritorno alla Perfezione. Nell’attesa della Perfezione, abbiamo a che fare con il problema pratico della gestione collettiva dell’interesse individuale.

Leggi tutto/See full article >

12 Novembre 2013 - Riccardo de Caria

Ma è giusto pensionare i professori settantenni?

1. In un'intervista su Radio 24 che ha conquistato molto spazio sui giornali, il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Maria Chiara Carrozza ha dichiarato che «a settant'anni i professori universitari, se fossero generosi e onesti, dovrebbero andare in pensione, e offrirsi di fare gratuitamente seminari, seguire laureandi, od offrire le proprie biblioteche all'università». Il Ministro ha infatti spiegato di essere «stata sempre per un pensionamento rapido», ritenendo che «chi rimane in ruolo offende il proprio ateneo e i giovani», giovani a cui invece il Ministro vuole fare largo.

Leggi tutto/See full article >

Prossimi eventi

10 Nov
Centro Einaudi - Torino

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

logo RGR medio

  • Recuperare la rotta é il titolo del XVIII Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, presentato il 7 ottobre alla Biblioteca Nazionale.

  • In anteprima on line la bibliografia del Rapporto Giorgio Rota su Torino 2017.

lpf logo

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.