Open Negotiation: the Case of Same-Sex Marriage

Federica Liveriero è l'autrice dell'ultimo paper LPF della serie Political Philosophy, appena uscito.


Read More...

Il 2015 e il Mediterraneo: banche, imprese e infrastrutture

L'incontro, organizzato dal Centro Einaudi in collaborazione con SRM e T.wai, prende spunto dal "IV Rapporto Annuale su Le Relazioni Economiche tra l’Italia e il Mediterraneo”. Interventi di Massimo Deandreis, Irene Bono. Introduzione di Giuseppe Russo. Centro Einaudi, 23 gennaio ore 17.
Locandina


Read More...

Oro: lascia o raddoppia?

Mario Deaglio e Patrizia Ferro ne discutono con Carlo Alberto De Casa, autore de I segreti per investire con l'oro. Introduce Giuseppe Russo. Centro Einaudi, 26 gennaio ore 17.30.

Locandina


Read More...

Scuola di Liberalismo 2015

Dal 17 febbraio, al Centro Einaudi, in collaborazione con gli Amici della Fondazione Einaudi e l'Ora Libera(le). Lezioni di Giandomenico Barcellona, Rosamaria Bitetti, Marco Bollettino, Riccardo De Caria, Luca Ferrini, Valerio Gigliotti, Kishore Jayabalan, Davide Meinero, Pietro Paganini, Emilia Sarogni, Roberto Francesco Scalon, Paolo Silvestri, Francesco Tuccari, Valerio Zanone e Giacomo Zucco.

Locandina


Read More...

Un disperato bisogno di crescere

XIX Rapporto sull'economia globale e l'Italia (2014) a cura di Mario Deaglio. Il volume, edito da Guerini e Associati e disponibile anche in ebook, nasce dalla collaborazione fra il Centro Einaudi e UBI Banca.


Read More...
012345

copertina ebook50 home

Le nostre testate

Biblioteca della libertà

 

Agenda liberale

Lettera economica

La governance bancaria

23/01/2015

La governance bancaria

di Monica Straniero

Chi detiene il debito pubblico?

23/01/2015

Chi detiene il debito pubblico?

di Stefano Puppini

Alla fine il QE di Draghi

23/01/2015

Alla fine il QE di Draghi

di Giorgio Arfaras

Pubblicazioni

Un disperato bisogno di crescere

a cura di Mario Deaglio

Un disperato bisogno di crescere

Contributi di Giovanni B. Andornino, Giorgio Arfaras, Anna Caffarena, Anna Lo Prete, Paolo Migliavacca, Anna Paola Quaglia, Giuseppe Russo. Presentazione di Franco Polotti. Realizzato...

La Germania e l'economia sociale di mercato

di Alessandro Somma

La Germania e l'economia sociale di mercato

Il 1° Quaderno di Biblioteca della libertà della nuova serie online 2014 raccoglie alcuni saggi di Alessandro Somma apparsi su «Biblioteca della libertà» a partire...

Biblioteca Fulvio Guerrini

Biblioteca Fulvio Guerrini

Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo, con ampio spazio anche per pubblicazioni, banche dati e periodici italiani e stranieri.

 

Accedi e consulta l'archivio online>

I nostri video

 

prova 50

3 dicembre 2014  

“I 50 anni del Centro Einaudi"

Occupy London Stock Exchange

La protesta, la chiesa, la politica, la polizia. Nella piazza davanti alla cattedrale di St Paul, a Londra, sta andando in scena una pièce di sublimi contraddizioni. Gli indignati londinesi hanno occupato lo spazio antistante il sagrato della chiesa, ma in realtà non vorrebbero stare lì: vorrebbero stare davanti alla Borsa di Londra, ma quella piazza è chiusa (in sostanza “Occupy London Stock Exchange” occupa la piazza di fianco).

La cattedrale – tempio nazionale della chiesa anglicana – si è trovata così in un guaio: di lì non si passa, la chiesa è stata chiusa (non era stata chiusa nemmeno sotto le bombe della Seconda guerra mondiale, ma la settimana scorsa sì), con un danno economico ingente (1), visto che non ci sono fondi dello stato né dei fedeli a sostenere la chiesa, ma soltanto le offerte dei turisti. Il comune ha detto: sgomberiamo. E i vertici della cattedrale si sono sfaldati: chi si è dimesso perché i ragazzi devono rimanere dove sono, la loro protesta è sacrosanta; chi si è inalberato perché non esiste che quella piazza diventi un accampamento permanente.

E mentre St Paul si trasformava in un concorso d’immagine tra canonici e prelati (vince senza discussioni il raidicalchicchissimo Giles Fraser (2)) il Telegraph riportava (3) che gli indignati testardi in realtà di notte lasciano le loro tende per andare a dormire comodi nei loro letti.

Intanto il capo massimo della chiesa, l’arcivescovo di Canterbury Rowan Williams, taceva. Con chi stare? Con l’ordine pubblico (la disciplina) o con l’anticapitalismo? Prima Williams ha chiesto di far tornare la calma – mentre la polizia diceva che il tempo era finito, e il sindaco di Londra Boris Johnson annuiva convintissimo – e poi si è schierato con la piazza, in un intervento sul Financial Times, chiedendo di punire gli irresponsabili dell’alta finanza e l’introduzione di una tassa “Robin Hood” (4).

E mentre Mammona tornava sulle prime pagine dei giornali, il premier David Cameron si univa al coro di Williams, con un intervento al Question Time a dir poco keynesiano. I banchieri vanno condannati, ma la tassa non sarà introdotta. Un po’ Mammona e un po’ no, un po’ indignato e un pò no, un pò per l’ordine pubblico e un pò no. Un’enorme contraddizione, intera (5).

  1. http://www.telegraph.co.uk/news/religion/8868015/St-Pauls-loses-money-as-supporters-donate-1000-a-day-to-Occupy-London-camp.html

  2. http://www.guardian.co.uk/world/2011/oct/27/giles-fraser-st-pauls-profile

  3. http://www.telegraph.co.uk/finance/financialcrisis/8847526/Telegraph-thermal-imaging-video-at-protest-camp-show-most-tents-are-empty.html

  4. http://www.ft.com/intl/cms/s/0/a561a4f6-0485-11e1-ac2a-00144feabdc0.html#axzz1cJKRmeoz

  5. http://www.ft.com/intl/cms/s/0/9694785c-0577-11e1-8eaa-00144feabdc0.html

Commenti

Diventa nostro amico su Facebook

Prossimi eventi

26 Gen
Centro Einaudi - Torino

Ricerche e Progetti

 
logo RGR medio 
 
 Non tutte le strade portano a Roma
Il I Rapporto "Giorgio Rota"
sull'innovazione territoriale sostenibile nel Lazio