Risparmiatori, classe media: si torna a guardare al futuro

Presentata il 21 luglio al Grattacielo Intesa SanPaolo l'Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2015, un progetto del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo, basato su interviste effettuate da Doxa.
Download Rapporto 
Comunicato Stampa / Focus sul Piemonte 
Sintesi ricerca/English version  


Read More...

Nuovo sito REScEU

Reconciling Economic and Social Europe: the role of ideas, values and politics - REScEU - è un progetto di ricerca quinquennale finanziato dal Consiglio europeo della ricerca (ERC) volto a indagare la complessa interazione tra due preziose eredità del XX secolo: il Welfare State e l'Unione Europea.


Read More...

Bdl / Call for papers 2015

The Bdl call for papers 2015 is open. Deadline for submission: December 31st, 2015.

Bando / Call


Read More...
012

copertina ebook50 home

Le nostre testate

Biblioteca della libertà

 

Lettera economica

La caduta di agosto continua

01/09/2015

La caduta di agosto continua

Giorgio Arfaras

La caduta di agosto

29/08/2015

La caduta di agosto

Giorgio Arfaras

Working papers

 The Politics of Redistribution an Interdisciplinary Dialogue on the Foundations...

09/07/2015

The Politics of Redistribution an Interdisciplinary Dialogue on the Foundations...

The contributions to this working paper explore the foundations of the Welfare State, in particular...


Wasted compliance strategies? The policy-making styles of Hungary and Poland in ...

21/05/2015

Wasted compliance strategies? The policy-making styles of Hungary and Poland in ...

How does the policy-making process affect policy compliance? Analysing therelationship between policy outcomes and their...


Pubblicazioni

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2015

a cura di Giuseppe Russo

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2015

Risparmiatori, classe media: si torna a guardare al futuro. L'Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2015, a cura di Giuseppe Russo...

II Quaderno del Premio «Giorgio Rota»

di AA.VV.

II Quaderno del Premio «Giorgio Rota»

Il Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi pubblica il Secondo Quaderno del Premio «Giorgio Rota» nel quale sono presentati i paper dei vincitori della seconda...

Biblioteca Fulvio Guerrini

Biblioteca Fulvio Guerrini

Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo, con ampio spazio anche per pubblicazioni, banche dati e periodici italiani e stranieri.

 

Accedi e consulta l'archivio online>

I nostri video

 Immagine x sito

 

23 Maggio 2015

Presentazione XVI Rapporto Giorgio Rota su Torino

"La sfida metropolitana"

Bacheca

Shadenfreude / II

Sorge il dubbio che a prenderli sul serio, i francesi e gli inglesi, stiano commettendo un errore. Perché la loro lite assomiglia a quelle che si vedono negli asili: se togli la tripla A a me allora la togli anche a lui, e la maestra esegue. Dal vertice europeo in cui si è deciso un “fiscal compact” (1) già di fatto collassato, i due paesi non fanno che discutere.

Un diplomatico francese citato dal Sunday Times all’indomani del vertice dell’8-9 dicembre scorsi, ha detto che è come se il premier inglese, David Cameron, si fosse presentato a uno scambio di coppia senza la moglie. Il presidente francese, Nicolas Sarkozy, ha detto che il leader inglese è un testone e che per colpa sua l’euro rischia il collasso. Il governatore della Banca di Francia, Christian Noyer, ha spiegato che Parigi non si merita certo un declassamento, ma se le agenzie di rating intendono darlo, dovrebbero perlomeno partire dal Regno Unito (2). E dopo qualche giorno Moody’s ha fatto sapere che c’è aria di downgrade anche per Londra (3).

La minaccia ha effetti devastanti sul programma d’austerità del governo Cameron: gli ultimi dati della crescita sono in realtà leggermente meglio del previsto, ma gli economisti sono quasi unanimi nel prevedere una recessione per il 2012 (4) Il problema è che entrambi i paesi, la Francia e il Regno Unito, sono inaffidabili, hanno dati strutturali preoccupanti, hanno la stessa probabilità (alta) di entrare in recessione e gli investitori stranieri li stanno già trattando come paesi declassati perché soffrono di un deficit di credibilità (5).

 

  1. http://www.cfr.org/eu/weighing-european-fiscal-compact/p26871

  2. http://www.businessweek.com/news/2011-12-16/france-braces-for-debt-rating-cut-as-noyer-takes-aim-at-u-k-.html

  3. http://www.ftadviser.com/2011/12/21/investments/economic-indicators/morning-papers-moody-s-warns-on-uk-aaa-rating-ePmZJzm35kmWPUrbT0VNEN/article.html

  4. http://www.guardian.co.uk/business/2011/dec/22/uk-economic-growth-forecast-recession

  5. http://www.ipsos-mori.com/researchpublications/researcharchive/2899/Britain-ends-the-year-as-one-of-the-most-economically-pessimistic-nations.aspx

 

Commenti

Comments are now closed for this entry