Risparmiatori, classe media: si torna a guardare al futuro

Presentata il 21 luglio al Grattacielo Intesa SanPaolo l'Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2015, un progetto del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo, basato su interviste effettuate da Doxa.
Download Rapporto 
Comunicato Stampa / Focus sul Piemonte 
Sintesi ricerca/English version  


Read More...

The Politics of Redistribution

Nicola Riva, Ilaria Madama, Giulia Bistagnino sono gli autori del Working Paper LPF 4/2015, appena uscito.


Read More...

Nuovo sito REScEU

Reconciling Economic and Social Europe: the role of ideas, values and politics - REScEU - è un progetto di ricerca quinquennale finanziato dal Consiglio europeo della ricerca (ERC) volto a indagare la complessa interazione tra due preziose eredità del XX secolo: il Welfare State e l'Unione Europea.


Read More...

Una proposta di metodo per misurare la performance di progetti sociali complessi

Il nuovo Working Paper 2Wel di Daniele Checchi, Claudio Gianesin, Samuele Poy è disponibile online.  

 


Read More...

Online il numero 212 di Biblioteca della libertà

Europa al bivio è il titolo del nuovo fascicolo di Biblioteca della libertà.  


Read More...

La sfida metropolitana

Presentato sabato 23 maggio il XVI Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, disponibile online.

Locandina Video


Read More...
012345

copertina ebook50 home

Le nostre testate

Biblioteca della libertà

 

Lettera economica

Fatturato e Utili in Europa

28/07/2015

Fatturato e Utili in Europa

Stefano Puppini

Renzi e Keynes

23/07/2015

Renzi e Keynes

Giorgio Arfaras

Working papers

 The Politics of Redistribution an Interdisciplinary Dialogue on the Foundations...

09/07/2015

The Politics of Redistribution an Interdisciplinary Dialogue on the Foundations...

The contributions to this working paper explore the foundations of the Welfare State, in particular...


Wasted compliance strategies? The policy-making styles of Hungary and Poland in ...

21/05/2015

Wasted compliance strategies? The policy-making styles of Hungary and Poland in ...

How does the policy-making process affect policy compliance? Analysing therelationship between policy outcomes and their...


Pubblicazioni

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2015

a cura di Giuseppe Russo

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2015

Risparmiatori, classe media: si torna a guardare al futuro. L'Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2015, a cura di Giuseppe Russo...

II Quaderno del Premio «Giorgio Rota»

di AA.VV.

II Quaderno del Premio «Giorgio Rota»

Il Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi pubblica il Secondo Quaderno del Premio «Giorgio Rota» nel quale sono presentati i paper dei vincitori della seconda...

Biblioteca Fulvio Guerrini

Biblioteca Fulvio Guerrini

Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo, con ampio spazio anche per pubblicazioni, banche dati e periodici italiani e stranieri.

 

Accedi e consulta l'archivio online>

I nostri video

 Immagine x sito

 

23 Maggio 2015

Presentazione XVI Rapporto Giorgio Rota su Torino

"La sfida metropolitana"

Bacheca

I giudizi «storico-politici» in finanza / II

Accade che dei paesi con gli stessi problemi – con ciò intendendo con la stessa dinamica fuori controllo del debito pubblico – siano giudicati in maniera diversa, a seconda della storia e della struttura politica (1). Quelli con un passato virtuoso sono – almeno temporaneamente – meno penalizzati. Stiamo parlando della Gran Bretagna e della Grecia.


Entrambi i paesi hanno una dinamica del debito fuori controllo e hanno bisogno di una politica di austerità molto marcata (2). La crisi ha colpito la Grecia, ma comincia a colpire la Gran Bretagna, come si vede dalle vicende della sterlina, che si sta deprezzando (3).
 
La differenza fra i due paesi sta nel sistema politico; quello inglese – se emerge una maggioranza solida – può reagire meglio. Un sistema di «dittatura eletta» può infatti prendere delle decisioni come nessun altro. Resta da vedere se alle elezioni emergerà una maggioranza nitida. Ecco la sintesi del commento di  Willem Buiter (4), un brillante economista diventato capo della ricerca di Citigroup (5).

The UK authorities should be capable of imposing a timely burden-sharing solution. This is an advantage of the UK’s “elected dictatorship” constitution: with a powerless second chamber, a first-past-the-post electoral system and no tradition of judiciary interference in economic affairs, there are no checks and balances constraining the executive when a single party has a parliamentary majority. Without a hung parliament, it is all but certain that the next government will impose early spending cuts and tax increases of sufficient size to calm the markets. All bets are off, however, should there be a hung parliament. The British political class would have to learn the art of coalition politics. Fiscal tightening could be postponed. The markets would attack both sterling and gilts, threatening the triple A rating. Even this should be survivable, although it could cause Britain to relapse into recession.



(1) http://www.centroeinaudi.it/commenti/i-giudizi-storico-politici-in-finanza.html

(2) http://www.centroeinaudi.it/ricerche/i-debiti-pubblici-proiettati-al-2050.html

 
(3) http://www.ft.com/cms/s/0/2ac2c184-2517-11df-a189-00144feab49a.html


(4) http://www.ft.com/cms/s/0/d58ada72-256a-11df-9cdb-00144feab49a.html


(5) http://www.centroeinaudi.it/commenti/cicero-dixit.html


La notizia è stata pubblicata anche su:

http://www.chicago-blog.it/2010/03/02/anglosassoni-e-levantini-ii/



Commenti

Comments are now closed for this entry