Giuseppe Russo è il nuovo Direttore del Centro Einaudi

Il Presidente e il Comitato Direttivo ringraziano il consigliere Giuseppe Russo per la disponibilità ad assumere l’incarico di Direttore, certi che con lui proseguirà lo sforzo del Centro di approfondimento del pensiero liberale e di partecipazione alle grandi issue del dibattito politico contemporaneo.


Read More...

Il bilancio delle risorse per il Piemonte

La ricerca, svolta dal Centro Einaudi in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino, si propone come uno strumento conoscitivo utile rispetto all'assunzione di scelte allocative strategiche sul territorio torinese e piemontese. Presentazione il 10 settembre. Locandina    


Read More...

Bando progetto europeo REScEU

È disponibile online il bando per 3 assegni di ricerca della durata di 24 mesi per la collaborazione ad attività di ricerca nell'area scientifico-disciplinare delle scienze politiche e sociali nell'ambito del progetto REScEU (Reconciling Economic and Social Europe: Values, Ideas and Politics), coordinato da Maurizio Ferrera e premiato dall'European Research Council. Scadenza 3 settembre 2014.
Bando
Call
           


Read More...

Primo Rapporto "Giorgio Rota" su Napoli

Ci vuole una terra per vedere il mare è il titolo del primo Rapporto "Giorgio Rota" su Napoli, presentato all'Unione Industriali di Napoli.


Read More...

Desert as a Criterion of Justice. Against Unfair Equality

Michele Giavazzi è l'autore dell'ultimo paper LPF, appena uscito.    


Read More...

Famiglie e imprenditori, ripresa in arrivo

Presentata il 2 luglio l'Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2014, un progetto del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo, basato su interviste effettuate da Doxa fra gennaio e febbraio 2014 a 1.061 capifamiglia, correntisti bancari e/o postali. 


Read More...
0123456

Le nostre testate

Agenda liberale

La giustizia in Italia / I

30/07/2014

La giustizia in Italia / I

di Andrea Del Corno con Emanuela Strina

Una nuova guerra fredda

30/07/2014

Una nuova guerra fredda

di Anthony Louis Marasco

Dalla Striscia di Gaza: nulla da segnalare

25/07/2014

Dalla Striscia di Gaza: nulla da segnalare

di Antonio Picasso

Lettera economica

Petrologia - prima parte

26/08/2014

Petrologia - prima parte

di Antonio Picasso

La stagnazione secolare / I

24/08/2014

La stagnazione secolare / I

di Giorgio Arfaras

Asset Allocation - agosto 2014

17/08/2014

Asset Allocation - agosto 2014

di Giorgio Arfaras

The Italian Job

Still in the Long Tunnel

17/05/2013

Still in the Long Tunnel

di Giorgio Arfaras

Gloomy Skies

27/03/2013

Gloomy Skies

di Giuseppina De Santis

Pubblicazioni

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2014

a cura di Giuseppe Russo

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2014

Famiglie e imprenditori, ripresa in arrivo. L'Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2014, a cura di Giuseppe Russo e svolta in...

Quaderni del Premio «Giorgio Rota»

a cura di AA.VV.

Quaderni del Premio «Giorgio Rota»

Il Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi è particolarmente lieto di pubblicare questo primo Quaderno del Premio «Giorgio Rota» nel quale sono presentati...

Biblioteca Fulvio Guerrini

Biblioteca Fulvio Guerrini

Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo, con ampio spazio anche per pubblicazioni, banche dati e periodici italiani e stranieri.

 

Accedi e consulta l'archivio online>

I nostri video

VIDEO  XV

 

7 giugno 2014 - Presentazione XV Rapporto "Giorgio Rota " su Torino

"Semi di Fiducia"

 

 

 

 

Il tagliaerba all'orizzonte

Si mormora (1) che il piano di Tim Geithner, il ministro del Tesoro statunitense, quel piano che prevedeva di comprare le obbligazioni delle banche con in pancia i mutui ipotecari, possa essere riesumato. Non se ne parlava più, anche perché le banche maggiori, affermando di essere «uscite» dal momento peggiore, hanno varato aumenti di capitale cospicui. Se il piano fosse riesumato, sarebbe come dichiarare urbi et orbi che le banche debbono ancora essere salvate.

Fosse mai vero, il tagliaerba raserebbe i «germogli di ripresa», che sono, secondo noi, ben modesta cosa, ma che aiutano a gestire le difficoltà del momento.

Il piano sembrava non poter funzionare, nemmeno quando era preso sul serio (2); poi non è stato più nominato (3). Le banche sembravano capaci di «camminare con le proprie gambe»; se il piano ricomparisse, il sospetto che non riescano a cavarsela nemmeno con i grandi guadagni degli ultimi tempi, prenderebbe corpo. I grandi guadagni sono emersi: a) dal riacquisto di obbligazioni proprie sotto la pari con successiva eliminazione delle stesse, in questo modo si registravano le plusvalenze; b) con il collocamento degli aumenti di capitale fatto dalle banche fra loro stesse, naturalmente con commissioni robuste. Eccetera.
 
Oltre che un grave fatto finanziario, sarebbe un pericoloso fatto politico. A quel punto risorgerebbe la mai sopita letteratura «complottista» sul finto risanamento, quello organizzato dagli «amici di merendine», volto alla distribuzione di ricchi emolumenti ai banchieri e via dicendo.

Speriamo che sia solo una voce.


(1) http://www.businessinsider.com/geithners-zombie-program-to-buy-toxic-assets-will-rise-again-tomorrow-2009-6

(2) http://www.centroeinaudi.it/ricerche/la-casalinga-di-voghera-e-il-piano-di-geithner.html

(3) http://www.centroeinaudi.it/notizie/la-crisi-che-non-era-una-crisi.html


Nota aggiunta il 1 luglio in mattinata

Nell'attesa di sapere se il piano Geithner sarà riesumato, riportiamo questa eccellente sintesi dello stato dell'arte (4).


(4) http://baselinescenario.com/2009/06/30/the-two-sides-of-the-balance-sheet/


Commenti

Diventa nostro amico su Facebook

Prossimi eventi

Ricerche e Progetti

 
logo RGR medio 
 
I Rapporto "Giorgio Rota" su Napoli
 
XV Rapporto "Giorgio Rota" su Torino