Ricerche e Progetti

28 Giugno 2015 - Giorgio Arfaras

Grecia Europa: colpo di scena

Intanto che ci si interroga sul mistero del comportamento di Tsipras, la Banca Centrale Europea ha fatto sapere che non estenderà ulteriormente l'aiuto alle banche greche – ossia il fornire loro la liquidità che le banche stanno perdendo per il ritiro dei depositi. Perciò il governo greco in carica si trova stretto fra un referendum di cui non si capisce il senso, ed una grave crisi di liquidità.

Leggi tutto/See full article >

26 Giugno 2015 - Giorgio Arfaras

Grecia Europa: la Sovranità

Abbiamo esaurito l'argomento Grecia? No, perché vanno osservate le problematiche nascoste, che sono (nientemeno) quelle relative all'interazione fra integrazione economica, stato nazionale, e democrazia.

Leggi tutto/See full article >

25 Giugno 2015 - Stefano Puppini

Banche e Grecia

Rispetto al 2011 la situazione dell’esposizione delle banche europee verso la Grecia è radicalmente cambiata. Non è sicuramente questo un elemento che oggi può influenzare in misura significativa l’evolversi della situazione, la quale è finalmente approdata alla fase più prettamente politica del problema. Non era così quattro anni fa, quando l’esposizione delle banche europee nei confronti della Grecia fu l’elemento forse determinante nella scelta delle modalità e nei tempi di esecuzione della risoluzione della crisi debitoria.

Leggi tutto/See full article >

24 Giugno 2015 - Giorgio Arfaras

Grecia Europa: ragioni e torti

Nel corso del tempo si è avuta un'evoluzione del dibattito – televisioni, giornali, pubblicazioni specializzate - intorno alla crisi greca. Inizialmente era economico. Un dibattito solo economico però non esiste, perché questo entra nell'immaginario collettivo (se così possiamo dire) solo deformandosi con le narrazioni. Laddove, sempre agli inizi, i greci erano le “cicale”, e quasi tutti gli altri Paesi europei – quelli non Mediterranei - erano le “formiche”. I greci avevano, infatti, dei numeri “spaventosi” sul fronte del deficit, debito, e via andando, mentre gli altri avevano dei numeri “virtuosi”. Il confronto - per come si manifestava nell'immaginario collettivo - era fra lo “sperpero” e la “virtù”, cui seguiva naturalmente la domanda: perché i virtuosi dovrebbero finanziare gli scialacquatori?

Leggi tutto/See full article >

19 Giugno 2015 - Stefano Puppini

Ancora sulle imprese Difensive e Cicliche

Riprendiamo, con l’ausilio di tre grafici, l’analisi sul comportamento degli investitori relativamente ad alcune interessanti dinamiche riguardanti la scelta tra due macro categorie di società quotate: le cicliche e le difensive (*).

Leggi tutto/See full article >

18 Giugno 2015 - Rocco Ronza

Il Sudafrica post-apartheid

 

Una delle convinzioni fondamentali (e, come tali, raramente discusse) di questi decenni post-guerra fredda è quella secondo cui la diffusione della democrazia liberale sia anche la migliore (e forse l’unica) ricetta disponibile per combattere il sottosviluppo e la disuguaglianza economica tra Nord e Sud del mondo.

Leggi tutto/See full article >

18 Giugno 2015 - Redazione

Avviso ai Naviganti - La sensibilità

I mercati delle azioni sono molto sensibili alle vicende greche e al rialzo del tassi negli Stati Uniti. La ragione maggiore di questa sensibilità va ricercata nel livello dei prezzi rispetto ai fondamentali, che mostra come le azioni non siano “a buon mercato”. Il valore mediano delle azioni rispetto ai fondamentali mostra, infatti, come si sia tornati ai livelli del 2000 e del 2007. Ossia, in altri termini, per “salire ancora” le azioni possono scontare solo le “buone notizie”.

Leggi tutto/See full article >

14 Giugno 2015 - Giorgio Arfaras

La Grecia - parlando a cena

Immaginate che la conversazione a cena cada sulla Grecia – un evento possibile visto che siamo alle ultime fasi della trattativa sul suo salvataggio. Potete scegliere la vostra narrativa: quella della Grecia come “cicala” inaffidabile, un Paese che non vuole riformarsi, che perciò finirà per abbracciare la povertà (1), oppure quella della Grecia che sembra una “cicala”, ma, invece, è una “formica” (2).

Leggi tutto/See full article >

11 Giugno 2015 - Stefano Puppini

I diversi PE nell'era del QE

Il forte rialzo dei rendimenti (con conseguente discesa dei prezzi) delle emissioni governative e societarie della zona euro è il tema più dibattuto del momento. Grecia, illiquidità, rendimenti negativi, inflazione, crescita e altre motivazioni sono sostenute per dare senso ad un fenomeno in parte comprensibile, in parte di difficile motivazione. La parte più comprensibile potrebbe essere quella che riguarda i rendimenti più sacrificati, sotto o prossimi allo zero. La parte meno comprensibile riguarda, viceversa, le aree con rendimenti ancora appetibili.

Leggi tutto/See full article >

11 Giugno 2015 - Giorgio Arfaras

Asset Allocation - Giugno 2015

La narrazione che va per la maggiore è quella che afferma che il mercato delle azioni statunitense è giunto a dei massimi storici, perché riflette la fiducia nella ripresa. Ripresa che può essere smentita in un trimestre, ma che tuttavia continua, come si evince dalla crescita dell'occupazione. Nonostante sia arrivato “così in alto”, il mercato delle azioni non è caro, perché gli utili attesi sono sufficienti per portare il rapporto fra prezzi e utili – il Price to Earnings Ratio, o P/E – in linea con le serie storiche, e quindi in una condizione di normalità. La narrazione termina sostenendo che è difficile che possa esserci un vero movimento al ribasso. Si può – direbbe Carneade – argomentare – con egual convinzione – anche in maniera opposta. Proviamo.

Leggi tutto/See full article >

Prossimi eventi

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

lpf logo

logo RGR medio

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.