Ricerche e Progetti

30 Aprile 2015 - Giorgio Arfaras

L'eutanasia del rentier

L'espressione emerge negli anni Trenta. La si trova nel XXIV capitolo della Teoria Generale di J.M. Keynes (1). Laddove si sostiene che il capitale dovrebbe remunerare il rischio e la capacità, ma non la sua scarsità. Come i proprietari terrieri ottengono un rendita solo grazie alla scarsità della terra, così gli investitori che non hanno alcun ruolo produttivo sono remunerati solo per la scarsità di capitale.

Leggi tutto/See full article >

24 Aprile 2015 - Giorgio Arfaras

La bolla cinese

Per ora sono soprattutto le casalinghe cinesi con un buon grado di istruzione a scatenarsi nell'acquisto di azioni. Gli scambi avvengono anche con l'apertura di nano-conti individuali, grazie ai quali si compra e si vende. Il tutto in scala “cinese”: sono stati aperti solo a marzo quattro milioni di conti.

Leggi tutto/See full article >

24 Aprile 2015 - Stefano Puppini

Incertezza e crescita

Nella ricerca delle condizioni di equilibrio dei mercati finanziari abbiamo sempre cercato di evitare i posizionamenti estremi senza volere essere sostenitori a tutti costi di una moderazione di maniera. Da diverso tempo le preoccupazioni sulla sostenibilità delle quotazioni della Borsa americana si manifestano ripetutamente, e con forza, per ragioni legate sia al livello e alla qualità degli utili delle società americane sia alla tempistica della fine del Quantitative Easing attivato dalla banca centrale americana.

Leggi tutto/See full article >

22 Aprile 2015 - Giorgio Arfaras

Asset Allocation - Aprile 2015

Le tesi sono: 1) lo spread giusto del BTP è di 150 base, un livello simile a quello corrente; 2) i rendimenti delle obbligazioni sovrane nell'Euro-area sono anormalmente nulli o addirittura negativi, e perciò potremmo – se si modifica la propensione al rischio - registrare uno spostamento verso le attività più redditizie; 3) i rendimenti delle azioni societarie sono anormalmente maggiori di quelli delle obbligazioni emesse dalle stesse società. Di nuovo - se si modifica la propensione al rischio - i due rendimenti potrebbero avvicinarsi.

Leggi tutto/See full article >

19 Aprile 2015 - Giorgio Arfaras

Fame e rivoluzione

Mi è capitato di riascoltare Rita Pavone che cantava la “Pappa col pomodoro” (1), laddove si afferma che “la storia ci ha insegnato che un popolo affamato fa la rivoluzione”. Sarà vero (2)?

Leggi tutto/See full article >

17 Aprile 2015 - Stefano Puppini

USA versus EU: le banche

Durante l’ultimo decennio nelle aree economiche più sviluppate si è assistito ad un sostanziale cambiamento nella composizione e distribuzione del mondo bancario. Con effetti particolarmente profondi e in un arco temporale decisamente breve. Il cambiamento, come ben noto, è stato indirizzato principalmente dal pesante e repentino peggioramento della qualità degli attivi, dal coincidente peggioramento delle condizioni economiche generali, dalla crescita omogenea dei debiti pubblici e dalla singolare caduta dei rendimenti e dei tassi a breve e lungo termine.

Leggi tutto/See full article >

16 Aprile 2015 - Giorgio Arfaras

Ancora sulla vulnerabilità della Grecia

Per inquadrare le ultime vicende della Grecia – come la richiesta di non rimborsare il debito in scadenza per pagare la spesa pubblica corrente – sono utili dei grafici.

Leggi tutto/See full article >

11 Aprile 2015 - Giorgio Arfaras

Demografia e mercati gonfi

Facendo girare i ragionamenti demografici viene fuori che la dinamicità dei prezzi delle azioni si spegne, mentre è alimentata quella dei prezzi delle obbligazioni di qualità. Le cose sono andate diversamente: si sono gonfiati sia i prezzi delle azioni sia delle obbligazioni di qualità inferiore. L'andamento effettivo contraddice quello teorico. La contraddizione è nell'interdipendenza.

Leggi tutto/See full article >

10 Aprile 2015 - Stefano Puppini

Un lavoro inutile? / II

In finanza esiste una impalpabile separazione in qualche modo paragonabile alla distanza che esiste tra musica classica e musica pop. Sempre di musica si tratta ma tempi di apprendimento e sonorità sono sicuramente diverse e creano un solco che a volte impedisce completamente la comunicazione tra i due mondi. All’opposto dell’incomunicabilità accade che i tentativi di compenetrazione tra classico e profano il più delle volte non offra risultati particolarmente gradevoli. Insomma, come la grandezza di Beethoven non si contrappone ai grandi successi dei Beatles e viceversa, così in finanza convivono approcci anche profondamente diversi.

Leggi tutto/See full article >

9 Aprile 2015 - Giorgio Arfaras

La stagnazione secolare / III

Le economie crescono meno delle aspettative e non creano abbastanza occupazione, intanto che i mercati finanziari si “gonfiano”. Come mai le cose vanno in questo modo?

Leggi tutto/See full article >

Prossimi eventi

10 Nov
Centro Einaudi - Torino

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

logo RGR medio

  • Recuperare la rotta é il titolo del XVIII Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, presentato il 7 ottobre alla Biblioteca Nazionale.

  • In anteprima on line la bibliografia del Rapporto Giorgio Rota su Torino 2017.

lpf logo

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.