Ricerche e Progetti

19 Febbraio 2017 - Giorgio Arfaras

Brexit - aggiornamento

Prima del referendum sulla permanenza nell'Unione Europea i numeri che circolavano sugli effetti di un'eventuale Brexit erano quelli calcolati dalle istituzioni, le quali erano a favore del Remain. I numeri erano piuttosto brutti (1). Dopo il referendum vinto dalla Brexit è caduta la sterlina, ma non si sono avuti altri sconquassi (2). Ed ecco che chi non ha simpatia per le istituzioni ha ripreso la polemica sui numeri distribuiti allo scopo spaventare l'elettorato. Una polemica ripresa anche dopo l'elezione di Trump, perché, anche in questo caso, e a dispetto delle previsioni, “il mondo non è crollato” (3).

Leggi tutto/See full article >

16 Febbraio 2017 - Giorgio Arfaras

Asset Allocation - Febbraio 2017

Un modo per affrontare lo stato dei mercati finanziari può essere quello di prendere le nostre previsioni del novembre 2016 - ribadite poi a dicembre e gennaio (1) - per vedere che cosa è cambiato. La nostra conclusione è che l'evento negativo che potrebbe far deragliare i mercati non è l'agire della nuova Amministrazione statunitense, ma l'esito elettorale in Francia.

Leggi tutto/See full article >

10 Febbraio 2017 - Giorgio Arfaras

Il Front National e il debito in Franchi

La conversione del debito pubblico francese in franchi è una parte essenziale del programma del Front National. Nel caso in cui questa conversione si materializzasse, avremmo quasi due mila miliardi di obbligazioni in euro – l'ottanta per cento del debito francese che è stato emesso sotto le leggi francesi ed è quindi convertibile - che cambiano valuta di riferimento.

Leggi tutto/See full article >

5 Febbraio 2017 - Giorgio Arfaras

Il punto sul dollaro

Si hanno due modalità per analizzare il dollaro. Quella “congiunturale”, quando si commenta il suo andamento legato a vicende contingenti, e quella “strutturale”, laddove si discute del dollaro come moneta di riserva, ossia come architrave del sistema finanziario mondiale. La nostra conclusione è che il dollaro non dovrebbe rivalutarsi molto nei confronti dell'euro e che il suo ruolo di moneta di riserva non è contendibile.

Leggi tutto/See full article >

26 Gennaio 2017 - Giorgio Arfaras

Torna lo spread? - Flash

Si immagini un sistema politico che ruota intorno a tre partiti o a due partiti e una coalizione. Partiti della stessa consistenza – circa un terzo dell'elettorato -. due di questi hanno un programma simile – uscire dall'euro, ed uno no. Il sistema elettorale premia (con un premio di maggioranza) chi raggiunge una soglia elevata, maggiore al terzo dei voti che possiamo accreditare ai tre partiti o coalizioni. Si potrebbe avere una deriva anti-euro se due dei tre partiti debordassero. La probabilità che l' Italia resti nell'euro non può quindi essere pari al cento per cento, vera la disposizione dei partiti e dei loro programmi di cui sopra. Torna lo spread?

Leggi tutto/See full article >

Prossimi eventi

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

lpf logo

logo RGR medio

  • Recuperare la rotta é il titolo del XVIII Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, presentato il 7 ottobre alla Biblioteca Nazionale.

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.