Ricerche e Progetti

Asset Allocation febbraio 2015 - nota

Il succo della nostra tesi è questo: 1) la discesa dei rendimenti delle obbligazioni del Tesoro è stata di tale entità che queste rendono poco o niente; 2) le azioni diventano di conseguenza interessanti non tanto per la loro valutazione intrinseca, ma perché sono diventate quanto o più redditizie delle obbligazioni. Insomma, si ha un mutamento epocale: le obbligazioni non sono più l'attività finanziaria che offre un reddito accettabile con un basso rischio. Di seguito i grafici a sostegno della nostra tesi.

Il rendimento (cedola su prezzo) delle obbligazioni è sceso in maniera vertiginosa, nel grafico si ha quello statunitense che è intorno al due per cento, mentre il rendimento delle azioni (dividendo su prezzo) statunitensi è rimasto stabile intorno al due per cento. I due rendimenti si sono così avvicinati.

 

Numeri per 2015

 

Il rendimento (cedola su prezzo) delle obbligazioni è sceso in maniera vertiginosa, nel grafico si ha quello tedesco che è intorno allo zero cinque per cento, mentre il rendimento delle azioni (dividendo su prezzo) europeo è rimasto stabile intorno al tre per cento. I due rendimenti si sono così divaricati. Le azioni rendono molto più delle obbligazioni.

 

Numeri per 2015 seconda parte

 

Commenti

Comments are now closed for this entry

Prossimi eventi

23 Nov
Sala "Norberto Bobbio" - Torino
21 Nov
Grattacielo Intesa Sanpaolo - Torino

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

logo RGR medio

  • Recuperare la rotta é il titolo del XVIII Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, presentato il 7 ottobre alla Biblioteca Nazionale.

lpf logo

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.