Ricerche e Progetti

13 Luglio 2017 - Giorgio Arfaras

Ondate migratorie

Tutti pontificano sulle ondate migratorie, e anche noi siamo tentati. Gli argomenti maggiormente dibattuti dal sistema mediatico e da quello politico sono l'arrivo dei migranti dall'Africa (i “disperati”) e l'impatto degli islamici (i “terroristi”). Due argomenti che - per quanto importanti - non esauriscono la questione.

Leggi tutto/See full article >

8 Luglio 2017 - Giorgio Arfaras

Di che cosa si parla - 21

Populismo e Petrolio, questa settimana. Prima la sintesi di due saggi, il primo che ancora all'economia la crescita del Populismo, il secondo che mostra come sia difficile controbattere la sua retorica. Infine, gli Stati Uniti come potenza energetica, con lo shale oil dalle mille vite, e, a conclusione, le auto elettriche.

Leggi tutto/See full article >

29 Giugno 2017 - Giorgio Arfaras

Di che cosa si parla - 20

Si dibatte se la banca centrale statunitense (FED) stringerà e quanto la politica monetaria, così come si dibatte – ma meno appassionatamente - dei tempi del percorso che la banca centrale europea (BCE) prima o poi dovrà seguire. In breve, di quanto saranno alzati i tassi e semmai si venderanno i titoli che hanno in portafoglio. L'interpretazione di queste complesse questioni ha mosso la curva dei redimenti, schiacciando lo spread fra i titoli a lunga e a breve, ed ha mosso all'ingiù il cambio del dollaro. Insomma, trattasi di argomento piuttosto importante.

Leggi tutto/See full article >

14 Giugno 2017 - Giorgio Arfaras

Di che cosa si parla – 19

In questo ultimo periodo l'economia come tale presenta poche novità, mentre è la politica a produrne e pure a getto continuo. Approfondiamo così tre dei temi già trattati: 1 - l'andamento della borsa degli Stati Uniti sotto la presidenza Trump, 2 - le decisioni della Banca Centrale degli Stati Uniti, e 3 - il declino (del saggio di crescita) della produttività.

Leggi tutto/See full article >

9 Giugno 2017 - Giorgio Arfaras

Le elezioni britanniche: flash

Le elezioni anticipate in Gran Bretagna sono state vinte dai Conservatori, che però non hanno un numero di seggi sufficiente per governare da soli. I Laburisti hanno guadagnato molti seggi, mentre il partito che aveva promosso l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea – l'UKIP, l'United Kingdom Independence Party, non ha ottenuto nemmeno un seggio. Alcuni degli aspetti di queste elezioni sono simili a quanto appena accaduto prima negli Stati Uniti e poi in Francia. Preme velocemente ricordarli.

Leggi tutto/See full article >

Prossimi eventi

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

lpf logo

logo RGR medio

 

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.