Ricerche e Progetti

24 Marzo 2017 - Stefano Puppini

Percorsi di ripresa: il debito in euro

Può essere utile osservare la fotografia della distribuzione del debito pubblico dei paesi appartenenti all’area euro alla luce delle dinamiche in corso. E questo sia dal lato della inversione di tendenza in atto riguardo al movimento dei tassi di interesse, soprattutto a lungo termine, sia alla luce delle importanti scadenze elettorali accadute e future.

Leggi tutto/See full article >

17 Marzo 2017 - Stefano Puppini

Trecento anni (quasi) di correlazione / II

La Banca di Inghilterra ospita un blog (*) che permette allo staff di giovani economisti di condividere le loro riflessioni sui temi che maggiormente li appassionano in un ambito non istituzionale ma di scambio aperto di opinioni ed analisi. Un primo contributo sul tema della correlazione tra azioni ed obbligazioni aveva attirato la nostra attenzione (Trecento anni (quasi) di correlazione - Lettera economica, 28 ottobre 2016). L’analisi si concentrava sull’andamento e la correlazione dei prezzi delle due principali classi di attività su un arco temporale molto ampio basandosi sul ricco database della Banca di Inghilterra.

Leggi tutto/See full article >

9 Marzo 2017 - Stefano Puppini

Qual è il miglior passaporto?

Il titolo di un recente articolo dell’agenzia Bloomberg recita: “The Most Desirable Passports On Earth Don’t Include America’s. Visa-free travel, tax avoidance, and international reputation are key.”(*) L’oggetto dell’articolo è l’analisi dell’appetibilità dei passaporti di 199 nazioni realizzata da una società specializzata, Nomad Capitalist, che offre consulenze a persone (solitamente molto benestanti) che sono alla ricerca dei paesi dove vale la pena andare a vivere sulla base di un cosiddetto “valore di cittadinanza”.

Leggi tutto/See full article >

3 Marzo 2017 - Stefano Puppini

Populismo e consenso

Termine usato per designare tendenze o movimenti politici sviluppatisi in differenti aree e contesti nel corso del 20° secolo. Tali movimenti presentano alcuni tratti comuni, almeno in parte riconducibili a una rappresentazione idealizzata del ‘popolo’ e a un’esaltazione di quest’ultimo, come portatore di istanze e valori positivi (prevalentemente tradizionali), in contrasto con i difetti e la corruzione delle élite.”(*) 

Leggi tutto/See full article >

26 Febbraio 2017 - Stefano Puppini

Dei segnali negativi dalla Cina

La Cina resta l’area economica che segnala le maggiori potenzialità di crisi. Il resto dell’Asia (escluso il Giappone) e le altre economie emergenti mostrano anch’essi segnali di tensione ma non paragonabili a quanto sperimentato durante la crisi dei mercati emergenti della fine degli anni ’90. Le economie cosiddette sviluppate sembrano essere completamente rientrate dalla grave crisi finanziaria partita circa un decennio fa.

Leggi tutto/See full article >