Pubblicazioni

Categoria/Category: Rapporto sull'economia globale e l'Italia
Editore/Publisher: Guerini e Associati
Pagine: 280
Prezzo: euro 19,50
Anno/Year: 2005

Abstract

Download Rapporto

Mario Deaglio, Giorgio S. Frankel, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena
Presentazione di Gerardo Braggiotti
Realizzato in collaborazione con Lazard


Il volume parte da una considerazione non solo geografica, ma anche geopolitica. Oltre metà della crescita del 2004 si realizza nel Sud-est asiatico: ciò accade per la prima volta dalla rivoluzione industriale e capovolge i rapporti di base nella forza economica dei paesi e dei blocchi, anche se all’Occidente rimangono notevoli vantaggi tecnologici, militari e politici.
A cambiare il mondo è anche la strategia politica ed economica degli Stati Uniti, la loro evoluzione giuridico-istituzionale, i tentativi di esportare quel sistema al resto del mondo. C’è però una debolezza americana: e questa deriva, oltre che da una congiuntura dubbia, dall’incapacità di imporre ordine nei prezzi delle materie prime – in particolare del petrolio – intrecciata a quella di imporre un ordine politico-militare in Medio Oriente.
L’Europa, vissuta ai margini del sistema globale degli anni Ottanta-Novanta, propone oggi una sfida, che emerge nei tentativi di riforme dell’autunno 2004: coniugare solidarietà ed efficienza, proponendo un benchmark per il mondo, così come l’euro si propone quale moneta di riserva in parziale alternativa al dollaro.
E l’Italia? Partendo dai risultati ormai acquisiti che parlano di una vulnerabilità dell’industria italiana, sovrapposta a una più vasta debolezza del paese, si segue un percorso insolito per andare alle radici del «male italiano» e cercare di scoprire se, come dice un vecchio adagio inglese, esistano dei bordi d’argento alla nuvola nera.

Mario Deaglio insegna Economia internazionale all’Università di Torino ed è editorialista de La Stampa.
Giorgio S. Frankel, giornalista professionista, si occupa di Medio Oriente, petrolio e industria aerospaziale. Collabora a Il Sole 24 Ore.
Pier Giuseppe Monateri insegna Diritto civile all’Università di Torino, Diritto europeo alla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione e Analisi economica del diritto all’Università Bocconi di Milano.
Anna Caffarena insegna Scienza politica e Relazioni internazionali all’Università di Teramo. Dirige la rivista Biblioteca della libertà.

 


Questo Rapporto annuale, giunto alla decima edizione, nasce dalla collaborazione fra il Centro di Ricerca e Documentazione "Luigi Einaudi" e la Lazard.
Il capitalismo difficile. Le tendenze, le regole, le imprese. Primo rapporto sull’economia globale e l’Italia (1996) e Ultimi della classe? Secondo rapporto sull’economia globale e l’Italia (1997), a cura di Mario Deaglio, sono stati pubblicati da Centro Einaudi e Vitale Borghesi & C. in edizioni fuori commercio. L’Italia paga il conto. Terzo rapporto sull’economia globale e l’Italia (1998), A quando la ripresa? Quarto rapporto sull’economia globale e l’Italia (1999), Un capitalismo bello e pericoloso. Quinto rapporto sull’economia globale e l’Italia (2000), La fine dell’euforia. Sesto rapporto sull’economia globale e l’Italia (2001), di Mario Deaglio, sono usciti in questa stessa collana.
Così come ne fanno parte Economia senza cittadini? Settimo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2002), di Mario Deaglio, Giorgio S. Frankel, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena, Dopo l’Iraq. Ottavo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2003), di Mario Deaglio, Giorgio S. Frankel, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena, La globalizzazione dimezzata. Nono rapporto sull’economia globale e l’Italia (2004), di Mario Deaglio, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena.

Per la comunicazione il Rapporto si avvale dell’opera di Moccagatta, Pogliani e Associati.

Prossimi eventi

23 Nov
Sala "Norberto Bobbio" - Torino
21 Nov
Grattacielo Intesa Sanpaolo - Torino

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

logo RGR medio

  • Recuperare la rotta é il titolo del XVIII Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, presentato il 7 ottobre alla Biblioteca Nazionale.

lpf logo

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.