Ricerche e Progetti

23 Gennaio 2019 - Giorgio Arfaras

Il percorso possibile di una crisi

Oggi una crisi nei mercati finanziari si può produrre per l'agire di una di queste variabili (o più di una allo stesso tempo): 1) uno scontro "vero" sul libero commercio; 2) un ritorno dei tassi e dei rendimenti sui, o vicino ai, livelli storici; 3) una "inappetenza per il rischio" dovuta al Populismo, e, più in generale, all’evidenza che l'"Ordine liberale" è sulla difensiva. Nella nota che segue affrontiamo il terzo punto. Naturalmente è possibile che una crisi non si produca, oppure che sorga ma per l'agire di altre variabili che ignoriamo.

Leggi tutto/See full article >

18 Gennaio 2019 - Redazione

Flash – Le stime di crescita e i problemi di fondo

La Banca d'Italia ha appena pubblicato le previsioni economiche (1). Le riassumiamo, per poi passare a delle considerazioni economiche e politiche. La conclusione in campo macroeconomico è che “le cose stanno ancora in qualche modo in piedi”, mentre continuano a non essere affrontati i problemi di fondo. Questi sono quelli di un Paese in cui i pochi che lavorano sono quasi tutti occupati in imprese a bassa produttività. Insomma, si continua a pensare ad una politica economica guidata dalla domanda, nella fattispecie dalla redistribuzione del reddito, mentre non si pensa a come si potrebbe produrre meglio la ricchezza da distribuire.

Leggi tutto/See full article >

17 Gennaio 2019 - Stefano Puppini

La distanza USA Europa

Vorremmo provare a trattare l’argomento della distanza tra USA e Europa nella capacità delle società quotate di generare utili. Potrebbe sembrare un esercizio persino banale e per certi versi anche inutile o forse fastidioso se non dannoso, vista la scarsa reputazione che gode la logica dei mercati finanziari, per certi versi anche meritata.

Leggi tutto/See full article >

16 Gennaio 2019 - Giorgio Arfaras

Brexit – dopo il voto

A Westmister hanno votato il piano del Primo Ministro per l'accordo con l'Unione Europea in 634. I contrari sono stati ben 432. I favorevoli sono stati solo 202 - un terzo dei deputati. Fra i contrari i voti dei conservatori sono stati 118 su un totale di 317 – circa meno della metà. Una sconfitta di questa dimensione ha un solo precedente, quello del 1924. I laburisti chiederanno subito di votare la sfiducia al governo per andare alle elezioni. I conservatori “dissenzienti” però non vogliono le elezioni anticipate. Insomma, la Camera dei Comuni respinge l'accordo, ma non sappiamo che cosa potrebbe nascere come alternativa. 

Leggi tutto/See full article >

15 Gennaio 2019 - Giorgio Arfaras

Brexit – prima del voto

Il Parlamento inglese vota sull'accordo tra Regno Unito e Unione europea. Il governo di Theresa May potrebbe andare incontro a una sconfitta storica e - da quel momento - si potrebbe aprire un capitolo sconosciuto. Nell'attesa dell'esito del voto, riproponiamo quanto avevamo scritto a suo tempo. A risentirci dopo il voto.

Leggi tutto/See full article >

Prossimi eventi

15 Mag
Unindustria - Reggio Emilia
06 Mag
Campus Luigi Einaudi - Torino
29 Apr
Camera di Commercio - Cremona

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

logo RGR medio

lpf logo

rescue logo

logo euvision

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.