Uno dei temi finanziari di inizio anno maggiormente raccontati riguarda la crescita dei mercati azionari del 2019. L'altro è la compressione continua dei rendimenti delle obbligazioni. Una compressione che va vanti dai primi anni Ottanta.

Le previsioni sono impossibili, specie quelle sul futuro”. Non possiamo - anche per esperienza diretta - che essere d’accordo con quest’asserzione, ma provare a delineare delle tendenze forse è meglio che muoversi “al buio”. I punti maggiori per il 2020 sono: 1) la politica monetaria resterà espansiva, e si potrà avere un ritorno della politica fiscale; 2) il contesto politico si manterrà al di qua della soglia del pericolo grave.

Dopo molte mosse ostili da parte iraniana (quasi tutte compiute da terzi) si è avuta la risposta statunitense. Le mosse ostili iraniane erano gli attacchi condotti contro gli insediamenti militari e diplomatici statunitensi, gli attacchi alle postazioni petrolifere saudite, e alla navigazione nello stretto di Ormuz. La risposta degli Stati Uniti - ad alto valore simbolico ma anche pratico - è stata l’uccisione del numero tre (c’è chi dice due) del regime iraniano.

Ho pubblicato, cercando di imitare il linguaggio ineguagliabile del The Economist, un doppio tentativo di fare il punto sul 2019 e 2020 prima sull’Italia e poi sul Mondo. Entrambe le analisi sono state pubblicate da Linkiesta (*).

Ho pubblicato, cercando di imitare il linguaggio ineguagliabile del The Economist, un doppio tentativo di fare il punto sul 2019 e 2020 prima sull’Italia e poi sul Mondo. Entrambe le analisi sono state pubblicate da Linkiesta (*).