Ricerche e Progetti

12 Maggio 2019 - Stefano Puppini

Come cambia una banca

Questa è la breve storia di una banca che ha attraversato gli ultimi venticinque anni restando praticamente indenne dagli effetti dell’introduzione dell’euro, della grande crisi finanziaria e delle minacce provenienti dalle banche virtuali e dalla de-bancarizzazione della finanza, e ciò è avvenuto restando fedele ad un modello non particolarmente sofisticato e totalmente ancorata al territorio di origine. Sembra più una storia di fantascienza che reale ed è meglio immaginare che sia così, anche per evitare inutili e impietosi confronti.

Leggi tutto/See full article >

5 Maggio 2019 - Stefano Puppini

Banche Centrali e criptovalute

Si sta facendo strada l’ipotesi che le criptovalute possano entrare a far parte delle passività delle banche centrali. In linea di principio si tratterebbe di utilizzare le nuove monete virtuali come strumento di politica monetaria, decisamente non convenzionale, in combinazione con le altre forme più tradizionali. Alcuni giovani economisti delle Banca di Inghilterra hanno fatto qualche ragionamento in proposito(*).

Leggi tutto/See full article >

22 Aprile 2019 - Anna Zafesova

Le elezioni in Ucraina e la Russia

Nella puntata precedente (1) avevemo sostenuto che con le elezioni presidenziali in Ucraina si stava sviluppando la più sorprendente e inedita sceneggiatura politica del 2019. E' andata effettivamente così. Qui commentiamo sia il risultato elettorale sia le sue implicazioni nel campo della politica interna della Russia.

Leggi tutto/See full article >

19 Aprile 2019 - Giorgio Arfaras

Dall'economia fordista a quella della conoscenza – 2° puntata

Il punto di vista maggioritario su quel che sta accadendo nello Stato ”democratico capitalistico avanzato” (DCA) dipinge un quadro quasi apocalittico. Secondo questo punto di vista, lo Stato DCA si è molto indebolito per la diffusione delle idee neoliberali e per la globalizzazione. Questi accadimenti sono all'origine della maggior disuguaglianza, che non è stata contrastata da una maggior redistribuzione. Ecco che emerge il mondo delle oligarchie cosmopolite annegate nel mare delle diseguaglianze che è all'origine della “rivolta contro le élites”, alias il Populismo. Il punto di vista minoritario, che abbiamo iniziato ad esporre e che continuiamo ad esporre in questa nota, sostiene, al contrario, che vi è sì stata una spinta dalle idee neoliberali e della globalizzazione, ma che questa è anche legata ad un diffuso desiderio del nuovo ceto medio di ampliare la base della propria fortuna, ossia lo spazio dell'“economia della conoscenza”, ciò che avviene a danno del ceto medio debole.

Leggi tutto/See full article >

12 Aprile 2019 - Giorgio Arfaras

Dall'economia fordista a quella della conoscenza – 1° puntata

Gran parte della polemica su quel che sta accadendo negli ultimi due decenni nei Paesi organizzati come Stato ”democratico capitalistico avanzato” (DCA) dipinge un quadro quasi apocalittico. Secondo questo punto di vista, che è maggioritario, lo Stato DCA si è molto indebolito per la diffusione delle idee neoliberali e per la globalizzazione. Questi accadimenti sono all'origine della maggior disuguaglianza, che non è stata contrastata da una maggior redistribuzione, perché, semmai il governo di un Paese osasse una redistribuzione, vi sarebbe subito una fuga dei capitali. Ecco allora che emerge il mondo delle oligarchie cosmopolite annegate nel mare delle diseguaglianze che è appunto all'origine della “rivolta contro le élites”, alias il Populismo. Già, ma se non fosse vero?

Leggi tutto/See full article >

Prossimi eventi

05 Giu
Residenza di Ripetta - Roma
23 Mag
Centro Direzionale Esagono - Jesi

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

lpf logo

rescue logo

logo euvision

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.