All'epoca del virus: il punto II

Il corona virus, se portasse a ulteriori discriminazioni potrebbe finire con l'alimentare il “risentimento” che si manifesta da qualche tempo nella forma del Populismo.

 

 

I colletti bianchi sono sotto stress, proprio come accaduto ai colletti blu nel periodo precedente. Qual è la differenza con i colletti blu di una volta? Ecco un esempio che rende l’idea del funzionamento del settore dei servizi in un contesto di competizione globale (1).

I lavoratori nel settore dei servizi dei Paesi sviluppati sono molto più pagati di quelli dei Paesi in via di sviluppo. La ragione va cercata nella loro protezione. Un esempio. I salari tedeschi nella manifattura sono molto più alti di quelli polacchi. La ragione è da cercarsi nella maggiore produttività. Perciò il costo del lavoro per unità di prodotto è, almeno nel breve termine, simile nei due Paesi. Nel settore dei servizi si hanno dei salari diversi, con quelli tedeschi che sono maggiori di quelli polacchi, ma con una produttività simile.

Se i servizi fossero aperti al commercio internazionale, come avviene nel caso della manifattura, allora il settore dei servizi tedesco sarebbe subissato (salari maggiori & produttività simile) da quello polacco. Ma così non è, perché (salvo pochi casi) i servizi sono consumati in loco. Di conseguenza il settore dei servizi tedesco deve attrarre i lavoratori che sono fisicamente in Germania. I lavoratori che sono fisicamente in Germania possono rinunciare agli alti salari della manifattura tedesca per andare nei servizi dove ricevono dei salari meno elevati, perché i loro salari più i benefici dello Stato Sociale sono sufficienti per vivere discretamente.

In conclusione, il settore dei servizi dei Paesi sviluppati remunera discretamente i suoi lavoratori grazie alla protezione dei settori competitivi. Accade il contrario nei Paesi in via di sviluppo. Non si hanno dei salari elevati nei settori aperti alla concorrenza globale e quindi la remunerazione dei colletti bianchi non è trascinata. Segue dal minor livello salariale che si ha un livello inferiore dei prezzi. Per questa ragione il reddito pro-capite dei Paesi in via di sviluppo è maggiore quando lo si misuri non con il cambio corrente, ma a parità di potere d’acquisto - in PPP, Purchasing Power Parity.

Questa protezione viene meno se il lavoro dei servizi è sostituibile con quello dei call center dislocati all’estero o con la robotica. Ma vi è una ulteriore complicazione per il settore dei servizi legato in maniera diretta all’attività manifatturiera. Se i settori manifatturieri competitivi, quelli che proteggono sia i propri lavoratori sia quelli del settore dei servizi, venissero a mancare perché – per molte ragioni, fra cui l’ingresso della Cina nella competizione manifatturiera – non più all'altezza, ecco che possono sorgere dei problemi anche gravi.

Passiamo così dalla Germania agli Stati Uniti. Laddove sono venuti a mancare molti dei lavori nella manifattura ben pagati combinati con assicurazioni sanitarie e prestazioni pensionistiche. L’impatto è stato negativo per non pochi lavoratori statunitensi, quelli bianchi meno qualificati (i low-skill white Americans). Questi ultimi vedono crescere l'instabilità personale, che porta ad una diffusione dell'obesità, dell'alcolismo (2). Il risultato è la crescita della mortalità fra queste persone. E' come – proprio vivendo in questo modo - se si suicidassero, quando non si suicidano (3).

Il fenomeno del malessere appena descritto non è solo statunitense (dove però è più grave) e porta ad una considerazione di natura politica.

Più la situazione è vissuta come disperata, ossia se penso che vivrò molto peggio, e così i miei figli, più si alza la “propensione al rischio”. Se la probabilità che le cose continuino ad andare peggio la giudico altissima, quasi certa, allora tanto vale rischiare. Un po' come una squadra di calcio che sta perdendo quattro a zero mezz'ora prima della fine della partita, e che si butta all'attacco, rischiando, perché si sbilancia molto, di prendere altri quattro goal. Il ragionamento prevalente diventa quello di una politica cui non credo più, e quindi tanto vale cercarne un'altra, perché tanto “così non si può andare avanti”. Da qui il Populismo.

Un esempio più raffinato sul sorgere del Populismo è questo. La lotteria è una perdita secca per chi gioca, perché la metà degli introiti dei biglietti è trattenuta dallo stato. Ergo la popolazione come tale non dovrebbe giocare. Diverso è il caso degli individui. Se sono senza speranza, se sono disoccupato, se non sono più giovane, anche se la probabilità di avere il biglietto giusto è una su un milione, se quel biglietto mi arriva, ecco che mi cambia la vita. E lo compro (4).

Ed eccoci al corona virus. Abbiamo da un lato delle fasce di popolazione mal messe economicamente, un fenomeno indipendente dal virus, e dall'altro un numero limitato di unità ospedaliere in grado di curare il corona virus quando questo prende la forma di gravi patologie. Un numero inferiore a quanto potrebbe essere necessario.

Il quaranta per cento degli statunitensi - quindi non solo i low-skill white American di cui si diceva, non è in grado di coprire un'emergenza sanitaria di soli 400 dollari, a meno di indebitarsi o vendere qualche bene. E in ogni caso, avessero anche questi mezzi, per esempio forniti dalla helicopter money di cui si oggi si parla, si avrebbe un limite, come negli altri Paesi sviluppati, nei posti letto disponibili. Si capisce così perché dopo un primo tentennare si sia scelta ovunque una repressione della diffusione del virus più o meno marcata. Il grafico mostra il punto. Se si lascia correre la diffusione dell'epidemia si vede che i posti letto non bastano. Se invece la si reprime possono (forse) bastare.

 

coronavirusbaldwinvoxeu

 

Negli Stati Uniti la ldiscriminazione economica per l'eccesso di popolazione mal messa potrebbe creare delle tensioni fra chi è curato e chi no, indipendentemente dai posti disponibili di terapia intensiva. Nei Paesi dove, al contrario, la sanità è gratuita la scelta fra chi è curato e chi no, non dipendendo dalla disponibilità economica, finisce con il dipendere dai posti letto. Anche qui si potrebbero avere delle discriminazioni poco apprezzate dalla popolazione.

In conclusione, il corona virus, se portasse a ulteriori discriminazioni potrebbe finire con l'alimentare il “risentimento” (5) che si manifesta da qualche tempo nella forma del Populismo.

 

Fonti e link: 

 

1. - Qui espongo la versione divulgativa dei teoremi di Baumol e Balassa-Samuelson, a sua volta tratta da: R. Baldwin: The Globotics Upheaval: Globalisation, Robotics and the Future of Work. Orion, 2019.

2 - https://www.foreignaffairs.com/articles/united-states/2020-02-03/epidemic-despair

3 - Questo andamento richiama la teoria di Durkheim dell’anomia che porta al suicidio. Con ciò sul finire del XIX secolo Durkheim intendeva la disconnessione dell’individuo dalla società: un sentimento di non appartenenza che può spingere a sentirsi estranei al punto da portare al suicidio. Il fenomeno, sempre secondo Durkheim, trova maggior diffusione nei periodi di grande turbolenza economica, sociale, e, alla fine, politica.

4 - R. Brenner, G. Brenner, A. Brown, A World of Chance, Cambridge U.P., 2008

5 - P. Sloterdijk, Rage and Time, Dispersed Dissidence: The Misantropic International, Columbia U.P., 2010.

Commenti

Main partner