Come noto, l’ordinamento tributario nazionale prevede che il contribuente, prima di porre in essere un comportamento fiscalmente rilevante, possa rivolgersi all’Amministrazione finanziaria (i.e. l’Agenzia delle Entrate) al fine di ottenere chiarimenti in merito a un caso concreto e personale.

Si dice solitamente che la moneta perfetta non esista. Questo vale anche per Bitcoin e per le monete crittografiche: pur non essendo perfette, sono comunque monete, con specifici punti di forza, vulnerabilità e trade-off.

Le possibilità operative e gestionali offerte dalla blockchain stanno aprendo scenari inediti per ciò che riguarda l'organizzazione decentralizzata dell'economia.

Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 165827 del 29 dicembre 2015 sono state fissate le regole procedurali per consentire ai soggetti passivi IVA italiani di usufruire del “Cross Border Ruling”. Il Cross Border Ruling (o CBR) è un progetto pilota istituito dal Forum sull’IVA della Commissione Europea in virtù del quale gli operatori economici possono presentare quesiti in materia IVA relativi a fattispecie transnazionali complesse.

In un lungo articolo (1) sui cosiddetti Millenials – la generazione che succede ai baby boomers – ad un certo punto è intervistata un'esperta di pensioni che sostiene che - per avere una pensione decente a 65 anni – un venticinquenne deve risparmiare ottocento sterline al mese per quaranta anni. Il tutto per avere una pensione di 30 mila sterline.