Biblioteca della Libertà

Anno XLVI, n. 201, maggio-agosto 2011

Anno XLVI, n. 201, maggio-agosto 2011

periodicità quadrimestrale

ISSN 2035-5866

Direttore responsabile Salvatore Carrubba

Condirettori: Maurizio Ferrera, Beatrice Magni

copyright Centro di Ricerca e Documentazione “Luigi Einaudi”

Sulla distinzione tra liberalismo e liberismo

Sulla distinzione tra liberalismo e liberismo

La constatazione della mancanza nella lingua inglese di un termine corrispondente a quello italiano di «liberismo» è lo spunto colto dall’autore per interrogarsi sui significati e sulle origini dei termini «liberalismo» e «liberismo». In particolare, si cerca di mettere in risalto l’origine e il senso diversi del liberalismo classico (inglese) e di quello continentale.Tra le possibili spiegazioni di questa differenza, il diverso rapporto Stato-cittadino nelle due aree e l’influenza della Chiesa cattolica nel nostro paese (e la sua assenza in Inghilterra). L’autore ritiene ormai superata l’originaria validità e inopportuna la persistenza della distinzione tra «liberalismo» e «liberismo»; distinzione foriera, semmai, di vaghezza di significato dei due termini nonché di uso distorto e fuorviante degli stessi.



Scarica l’articolo in formato pdf
Abstract

La «primavera araba» e la potenza americana. Una valutazione retrospettiva

La «primavera araba» e la potenza americana. Una valutazione retrospettiva

L'autore cerca di mostrare la vasta capacità di previsione e di governo degli avvenimenti che ha contraddistinto la leadership americana anche a fronte degli eventi dell'inizio del 2011, offrendo quindi una valutazione della «primavera araba» congruente con la ridefinizione delle linee di intervento della politica estera degli Stati Uniti nel Medio Oriente.



Scarica l’articolo in formato pdf
Abstract

«Primavera araba» e transizioni democratiche: considerazioni attorno all'immagine della «quarta ondata»

«Primavera araba» e transizioni democratiche: considerazioni attorno all'immagine della «quarta ondata»

Le rivolte che, all'inizio del 2011, hanno provocato la caduta dei governanti di Tunisia ed Egitto e le sollevazioni di varia intensità che da allora attraversano tanti paesi del Medio Oriente e del Nordafrica sono state rese attraverso l'evocativa immagine della «primavera araba».

Benché la complessità della situazione suggerisse un atteggiamento di grande cautela da parte degli osservatori, soltanto una quindicina di giorni dopo la deposizione di Ben Alì (14 gennaio) e prima ancora che Piazza Tahrir avesse la meglio sul trentennale regime di Mubarak (11 febbraio), autorevoli commentatori hanno avanzato l'idea che tali sommovimenti potessero costituire il motore di una «quarta ondata di democratizzazioni». Il saggio si interroga sulle ragioni di un simile azzardo e trova una risposta nella funzione strategica di questa narrativa che, a un'analisi soltanto un poco più attenta, rivela tante valenze quanti sono i pubblici ai quali è destinata.



Scarica l’articolo in formato pdf
Abstract

Prossimi eventi

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

logo RGR medio

  • Recuperare la rotta é il titolo del XVIII Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, presentato il 7 ottobre alla Biblioteca Nazionale.

lpf logo

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.