Pubblicazioni

Categoria/Category: Rapporto sull'economia globale e l'Italia
Anno/Year: 2014

Abstract

Contributi di Giovanni B. Andornino, Giorgio Arfaras, Anna Caffarena, Anna Lo Prete, Paolo Migliavacca, Anna Paola Quaglia, Giuseppe Russo. Presentazione di Franco Polotti. Realizzato in collaborazione con UBI Banca.

Mai come nel 2014 le nostre certezze consolidate hanno vacillato. L’Ucraina ha
riportato lo spettro della guerra in Europa, il «Califfato» l’ha esteso nel Medio
Oriente. Gli Stati Uniti potrebbero esportare idrocarburi in concorrenza con Russia
e Arabia Saudita. Ovunque la crescita rallenta, ben al di là delle previsioni iniziali, e il prodotto interno lordo italiano mette a segno un’altra variazione negativa. Un clima meno amichevole del passato percorre l’economia globale, mentre
gli ostacoli al libero commercio continuano ad aumentare.
Nel frattempo, la spinta dell’innovazione trasforma i modi di produrre e di consumare. Cambia anche la struttura sociale: la classe media si espande in Oriente
ma è in trincea in Occidente, dove il «precariato» potrebbe avere una funzione
fortemente destabilizzante.
In questo clima, Europa e Italia cercano di muovere passi incerti di rinnovamento.
Per l’Europa diventa urgente operare scelte fondamentali in campo energetico,
per l’Italia il motore delle esportazioni non basta più, occorre far salire la domanda interna e in particolare superare la crisi dell’edilizia.
Il XIX Rapporto propone al lettore un quadro ragionato di questi sviluppi e questi
problemi, intrecciando tra loro i risultati di studi condotti da esperti di varie discipline: un contributo all’analisi delle cause di una crisi che è ancora tra noi, e anche alla ricerca di una crescita che continua a sfuggirci di mano.

 

Mario Deaglio, ordinario di Economia internazionale presso l’Università di Torino fino all’ottobre 2013, è editorialista economico de La Stampa. Giovanni B. Andornino insegna Relazioni internazionali dell’Asia orientale presso l’Università di Torino; è vicepresidente di T.wai. Giorgio Arfaras è opinionista di economia e finanza e dal 2009 è direttore della Lettera Economica del Centro Einaudi. Anna Caffarena insegna Relazioni internazionali presso l’Università di Torino; è presidente di T.wai. Anna Lo Prete, dottore di ricerca in Scienze economiche, svolge attività di ricerca e insegna Economia politica presso l’Università di Torino. Paolo Migliavacca, giornalista, collabora fra l’altro con Il Sole 24 Ore, di cui è stato per anni caposervizio e curatore della pagina Esteri dell’edizione del lunedì. Anna Paola Quaglia, dottore magistrale in Economia e management internazionale, svolge attività di ricerca presso il Centro Einaudi e T.wai. Giuseppe Russo, economista professionista, ha fondato e dirige STEP Ricerche, società di studi economici applicati. Dal 2014 è direttore del Centro Einaudi.

Il capitalismo difficile. Le tendenze, le regole, le imprese. Primo rapporto sull’economia globale e l’Italia (1996) e Ultimi della classe? Secondo rapporto sull’economia globale e l’Italia (1997), a cura di Mario Deaglio, sono stati pubblicati da Centro Einaudi e Vitale Borghesi & C. in edizioni fuori commercio. L’Italia paga il conto. Terzo rapporto sull’economia globale e l’Italia (1998), A quando la ripresa? Quarto rapporto sull’economia globale e l’Italia (1999), Un capitalismo bello e pericoloso. Quinto rapporto sull’economia globale e l’Italia (2000), La fine dell’euforia. Sesto rapporto sull’economia globale e l’Italia (2001), di Mario Deaglio, sono usciti in questa stessa collana. Così come ne fanno parte Economia senza cittadini? Settimo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2002), di Mario Deaglio, Giorgio S. Frankel, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena, Dopo l’Iraq. Ottavo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2003), di Mario Deaglio, Giorgio S. Frankel, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena, La globalizzazione dimezzata. Nono rapporto sull’economia globale e l’Italia (2004), di Mario Deaglio, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena, Il sole sorge a Oriente. Decimo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2005), di Mario Deaglio, Giorgio S. Frankel, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena, Tornare a crescere. Undicesimo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2006), di Mario Deaglio, Giorgio S. Frankel, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena, A cavallo della tigre. Dodicesimo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2007), di Mario Deaglio, Giorgio S. Frankel, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena, La resa dei conti. Tredicesimo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2008), di Mario Deaglio, Giorgio S. Frankel, Pier Giuseppe Monateri, Anna Caffarena, Alla scuola della crisi. Quattordicesimo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2009), di Mario Deaglio, Giorgio Arfaras, Anna Caffarena, Giorgio S. Frankel, Giuseppe Russo. La ripresa, il coraggio e la paura. Quindicesimo rapporto sull’economia globale e l’Italia (2010), a cura di Mario Deaglio. La crisi che non passa. Sedicesimo rapporto sull'economia globale e l'Italia (2011) a cura di Mario Deaglio. Sull'asse di equilibrio (2012), a cura di Mario Deaglio. Fili d'erba, fili di ripresa (2013), a cura di Mario Deaglio.

Per la comunicazione il Rapporto si avvale dell’opera di Moccagatta e associati.

 

 

 

Prossimi eventi

10 Nov
Centro Einaudi - Torino

Diventa nostro amico su Facebook

Ricerche e Progetti

logo RGR medio

  • Recuperare la rotta é il titolo del XVIII Rapporto «Giorgio Rota» su Torino, presentato il 7 ottobre alla Biblioteca Nazionale.

  • In anteprima on line la bibliografia del Rapporto Giorgio Rota su Torino 2017.

lpf logo

Biblioteca F. Guerrini

biblioteca guerrini

 Dotata di oltre 9.000 volumi, offre una documentazione unica in Italia sul pensiero liberale contemporaneo.